DALLE PRIMARIE LA SPINTA PER CAMBIARE IL VENETO

DALLE PRIMARIE LA SPINTA PER CAMBIARE IL VENETO

39.619 grazie! È questo il primo pensiero di fronte al risultato delle primarie di domenica 30 novembre.

La risposta degli elettori veneti c’è stata ed è andata al di là delle aspettative, doppiando il numero degli iscritti al PD Veneto e smentendo chi profetizzava un flop della consultazione.

Le decine di migliaia di donne e uomini che si sono messi in fila ai gazebo sono il motore del cambiamento possibile nella nostra regione. È il segno che i veneti, dopo più di vent’anni di dominio forza-leghista, vogliono voltare pagina, lasciandosi dietro le spalle una brutta stagione di lotte intestine, di cattiva amministrazione, di inchieste giudiziarie.

La verità è che il centrodestra ha da tempo esaurito ogni spinta propulsiva. Forza Italia è in crisi verticale. La Lega ha abbandonato il verbo federalista per tentare di importare in casa nostra il populismo lepenista. Salvini e Zaia scommettono sul fallimento del nostro Paese, soffiano sul fuoco delle paure generate dalla crisi e dall’immigrazione. Ma con questa politica non si va da nessuna parte.

Spetta a noi, al PD e al centrosinistra, incarnare la speranza nel futuro. Spetta a noi rappresentare la voglia degli italiani e dei veneti di risalire la china, di rialzarsi in piedi e rimettersi in marcia.

Lo faremo insieme ad Alessandra Moretti, che ha vinto largamente le primarie raccogliendo oltre due terzi dei voti e sarà la nostra candidata Presidente. Lo faremo insieme a Simonetta Rubinato e Antonino Pipitone, che hanno dato un grande contributo di idee e di partecipazione. Lo faremo insieme a tutte le donne e gli uomini del centrosinistra veneto.

Ora tocca a tutti noi portare per la prima volta il centrosinistra al governo del Veneto.

 


Tags assigned to this article:
pdprimarieveneto

Related Articles

Sicurezza e immigrazione, sfatiamo i falsi miti senza buonismo

Sono tante, purtroppo, le leggende metropolitane che circolano sull’immigrazione. Puntualmente smentite dai numeri, altrettanto puntualmente cavalcate da chi fa politica

IN MARCIA A PARIGI PER DIFENDERE LA LIBERTÀ E LA DEMOCRAZIA

La Marcia Repubblicana di Parigi non è stata solo la più grande manifestazione europea dal dopoguerra: ha rappresentato una vera

IN ITALIA IL DIBATTITO SUI DIRITTI È IN STALLO

  Il 9 Febbraio di 5 anni fa spirava ad Udine Eluana Englaro. Morta dopo 17 anni di coma vegetativo.

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment

Your e-mail address will not be published.
Required fields are marked*